MESSA DA REQUIEM

MESSA DA REQUIEM
Di Giuseppe Verdi

Concerto Dedicato alle vittime di Bologna del 2 Agosto 1980

ORCHESTRA E CORO DELL'ENTE LUGLIO MUSICALE TRAPANESE
Direttore: ANDREA CERTA

Solisti:

Soprano: MARTA MARI
Mezzosoprano: ISABEL DE PAOLI
Tenore: LORENZO GRAMEGNA
Basso: ANDREA COMELLI 

Special Ticket 

Note:
Nonostante Verdi si sia sempre rifiutato di comporre musica celebrativa, durante il corso della sua lunghissima carriera, in due occasioni fa eccezione e progetta la composizione di una messa per onorare degnamente la scomparsa di due grandi personalità della cultura italiana del suo tempo: Alessandro Manzoni (morto il 22 maggio 1873) e Gioacchino Rossini (morto nel dicembre 1868). 
La morte di Rossini giunge proprio in un momento particolare, quando cioè sembrava che stesse venendo meno il secolare primato della tradizione operistica. L'interesse del pubblico si rivolgeva sempre più spesso alla musica sia operistica che sinfonica di autori stranieri. Inoltre era opinione comune che bisognasse ricercare il nuovo attraverso l'abbandono della tradizione. Verdi reagisce a queste tendenze e propone, attraverso la sua musica, di onorare colui che era riconosciuto come il più grande musicista italiano del secolo; dà così vita, insieme ad altri 11 musicisti, al Requiem per Rossini. 
Al Maestro di Busseto viene assegnato il brano conclusivoLibera me, Domine . Il Requiem non viene però eseguito alla data stabilita, prevista per il 13 novembre 1869. Per due anni si continua a discutere della possibilità di eseguire la Messa, ma Verdi considera il progetto fallito, poiché non si è eseguita nel primo anniversario della morte di Rossini. 
Dopo pochi anni un'altra morte eccellente colpisce il Maestro di Busseto, quella dell'Autore dei Promessi Sposi. La