Comunicato stampa del 26.8.2018

Al Teatro Antico La Commedia degli Errori di Shakespeare
La Commedia degli Errori, di Shakespeare, diretta da Graziano Piazza. Il 27 agosto, alle 19.15, al Teatro Antico di Segesta, ancora uno spettacolo di prestigio per il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2018, la manifestazione organizzata dal Comune di Caltafimi Segesta con la collaborazione del Parco Archeologico di Segesta e la direzione artistica di Nicasio Anzelmo (special ticket 18 euro). Sul palco Gaetano Carbone, Francesca Carocci, Andrea D’Amico, Cosimo Desii, Pier Francesco Di Consolo, Giuliana Di Dio, Federica Ferraro, Vincenzo Iantorno, Federico Lucidi, Mariano Matrone, Teresa Nardi, Antonino Palmeri, Marika Ruta, Tiziano Taliani, Serena Tassan, Serena Tozzi, Cristian Zandonella, Riccardo Avramo, Marius Gheorghe Bunduc.
La commedia degli equivoci, è uno Shakespeare ancora giovane che la scrive; è il più corto e il più farsesco dei suoi lavori: la maggior parte della comicità è data dai bisticci, giochi di parole e dagli scambi d’identità turbinosi.
La commedia degli errori racconta la storia di due coppie di gemelli identici separati dalla nascita. Antifolo di Siracusa ed il suo servo, Dromio di Siracusa, arrivano ad Efeso, che si scopre essere la città in cui vivono i loro fratelli gemelli, Antifolo di Efeso ed il suo servo, Dromio di Efeso. Quando i siracusani incontrano gli amici e i familiari dei loro gemelli, inizia una serie di incidenti basati sullo scambio d’identità che portano a baruffe, seduzioni quasi incestuose, l’arresto di Antifolo di Efeso, e le accuse di infedeltà, furto, pazzia e possessione diabolica.
Come nelle opere più mature del bardo, si insinua nella pièce la“commedia umana” che proprio nella comicità trova la sua riflessione sul mondo: ci fa sognare come nel Sogno di una notte di mezza estate e ci fa entrare in una realtà senza tempo e senza spazio come nel Racconto d’inverno. Il tempo regola tutto, dispone gli accadimenti come il regista nascosto che si diverte con i suoi stessi burattini. A Siracusa o a Efeso, oppure in un Oriente a noi abbastanza prossimo come i Balcani, dove tutto diviene acceso e vivo, quasi paradossale, questi giovani grandi interpreti cercheranno nello specchio la propria immagine riflessa, gli occhi ridenti del pubblico.
solenghi_fotorivista

Comunicato stampa del 31.7.2018

Calatafimi Segesta Festival, Tullio Solenghi è Odisseo
Tullio Solenghi è Odisseo. Al Teatro Antico di Segesta, mercoledì 1 agosto, alle 19.15, “Odissea – Un racconto Mediterraneo”. Lo straordinario attore porterà in scena lo spettacolo, che racconta dell’incontro tra Penelope e Odisseo, per il cartellone del Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2018, la manifestazione organizzata dal comune di Calatafimi Segesta col Parco Archeologico di Segesta e la direzione artistica di Nicasio Anzelmo. Il progetto è di Sergio Maifredi, che ne firma anche la regia, e la produzione di Teatro Pubblico Ligure.
Sulle pietre dell’anfiteatro risuoneranno, proprio come accadeva due millenni fa, le parole di Omero pronunciate dalla viva voce di Tullio Solenghi. Sarà lui a ripercorre il rapporto indissolubile fra Odisseo e Penelope, interpretando il canto XIX del poema. Lo spettacolo incrocia un altro filone di Teatro Pubblico Ligure e cioè STAR – Sistema Teatri Antichi Romani, che nel corso degli anni e in tutta Italia ha creato una rete di siti archeologici valorizzati dal teatro, in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni e il MiBACT (Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo). Di questo circuito entra a fare parte ora un luogo esemplare come Segesta. L’intenzione di Tpl è esaltare i luoghi con le emozioni che provengono dalla letteratura, dalle storie fondanti la cultura occidentale, riportate alla contemporaneità della forma orale da moderni cantori. La forza è nelle parole: parole antiche per pensieri nuovi.
“Odissea – Un racconto mediterraneo – spiega Sergio Maifredi – è un progetto permanente, un percorso da costruire canto dopo canto scegliendo come compagni di viaggio i grandi cantori del teatro contemporaneo e quegli artisti che sappiano comunicare in modo estremamente diretto, non con la protezione del “buio in sala” ma guardando negli occhi il proprio pubblico, non proteggendosi dietro gli schermi delle belle luci o di una bella musica di sottofondo ma affrontando a mani nude la parola. Odissea ha debuttato nel 2009 e ha inchiodato ai sedili di pietra dei teatri antichi e di velluto rosso migliaia di spettatori e che a Segesta porta uno spettacolo affidato a un grande interprete di oggi”.
Nello spettacolo si narra l’incontro Penelope e Odisseo, che in lei ritrova un suo doppio. Penelope è astuta almeno quanto il suo sposo. È stata astuta nel tener testa ai pretendenti, inventando l’eterno gioco della tela, ed è astuta ora nel saggiare chi dice d’esserle marito. E se Telemaco e la nutrice possono credere che l’uomo che hanno davanti è il re di Itaca, che è tornato, che ha ucciso i proci ed ha ristabilito l’ordine, a Penelope questo non basta. Lo mette alla prova ancora una volta. Ordina alle ancelle di spostare il letto nuziale. Solo lei e Odisseo sanno che quel letto è intagliato nel tronco di un secolare ulivo che affonda le radici nella terra dei padri. “Nessun umano lo può spostare!” dice lo straniero. E Penelope si scioglie in un pianto trattenuto da vent’anni. La notte la passeranno ad aversi e a ritrovarsi. Raccontandosi due decenni trascorsi nell’attesa e nel ritorno.
Pastorius-580x400

Segesta: Concerto dedicato al basso di Jaco Pastorius ricordando Borsellino

Un concerto dedicato all’intramontabile Jaco Pastorius, definito il migliore bassista di tutti i tempi. Il 19 luglio alle 19.15, nel giorno dell’anniversario della strage di via D’Amelio, al Teatro Antico di Segesta in scena Jaco – tributo a Jaco Pastorius. Concerto in ricordo di Paolo Borsellino. Primo appuntamento della nuova stagione del Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2018, la manifestazione organizzata dal comune di Calatafimi Segesta in sinergia con il Parco Archeologico di Segesta e la direzione artistica di Nicasio Anzelmo. Un cartellone ricco di appuntamenti che si concluderanno il 2 settembre. Si comincia proprio con la musica, nello splendido teatro che, per l’occasione della nuova edizione delle Dionisiache, si e’ arricchito di una nuova “veste” grazie alla preziosa collaborazione del Parco Archeologico di Segesta, che ha creato un progetto ad hoc. Protagonisti la Bellini Jazz Orchestra e il coro di voci bianche del Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo, che saranno diretti rispettivamente da Giuseppe Vasapolli e Antonio Sottile. Solisti: al basso elettrico Fabio Crescente, alla chitarra jazz Paolo Sorge, voce solista Daniela Spalletta e sax alto Orazio Maugeri.

Fonte: Sicilia Informazioni

Sogno di una notte di mezza estate a Segesta La magia di Shakespeare al Teatro Antico

Un capolavoro shakespeariano che racconta di un mondo dove i fantasmi dell’irrazionale sono necessari e benefici per la razionalità che ci accompagna. Un’esplorazione divertente e spesso comica negli abissi dell’inconscio in un allestimento semplice e leggero come semplice e leggera è la scrittura del Bardo. Da venerdì 25 a domenica 27 agosto, alle 19.15, al Teatro Antico di Segesta, andrà in scena Sogno di una notte di mezza estate, diretto da Nicasio Anzelmo. Altro appuntamento di prestigio per il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2017, la manifestazione organizzata dal Comune di Calatafimi Segesta in sinergia con il Parco Archeologico di Segesta e la direzione artistica di Nicasio Anzelmo.

“ … il fiore dell’amore svanito“ – la freccia di Cupido, nello sbagliar traiettoria colpisce facendolo diventare rosso vermiglio – che confonde la ragione, il razionale con l’irrazionale e causa di tutti i subbugli dell’inconscio degli esseri umani, è il protagonista assoluto di questo capolavoro shakespeariano. Due luoghi d’azione: il primo luogo Atene, dove regna Teseo (non a caso uno dei più famosi seduttori della mitologia greca) che si accinge a sposare Ippolita ( non a caso la regina delle amazzoni), dopo averla sconfitta in battaglia. Il secondo luogo d’azione la foresta dove, in una furibonda perenne lite amorosa, regnano Oberon e Titania sovrani di una corte di fate e folletti.
Atene è il luogo del quotidiano, della razionalità, dell’ordine; la foresta il luogo dell’irrazionale, dove tutto diventa possibile, gli istinti si scatenano e la realtà diventa illusoria e inafferrabile come un sogno. Fra i due luoghi si muovono ed agiscono, su racconti paralleli, i quattro innamorati e i rozzi artigiani. Ciascuno di loro con storie e finalità diverse, chi per ritrovare se stesso negli affetti e le proprie passioni, chi per ritrovare fama, gloria e denaro: ma tutti alla ricerca della propria stabile identità.
In questa magica foresta, complici gli incantesimi di Puck, tutto si dissolve, tutto si complica, tutto diventa illusione. Un magico luogo in cui l’erotismo si rafforza con la passione e produce turbamento fino a penetrare nella profondità dei cuori, rischiando di minare le basi stesse della civile convivenza tra gli uomini. La luce fa disperdere i fantasmi inquietanti che la notte ha evocato tra i poeti, gli innamorati e i pazzi con i“ cervelli in ebollizione e fervide fantasie ”. Si rischia di rimanere emarginati dal mondo se la luce del giorno non interviene a raffreddare cervello e fantasie e a ridare al mondo ordine ed equilibrio. Ma quando sembra che le cose siano rientrate nel loro equilibrio, ecco che ritornano la notte e i fantasmi inquietanti delle passioni, che la luce sembrava di avere domato.


Con:
Margherita Mignemi, Salvo Piro, Plinio Milazzo, Massimo Giustolisi, Giuseppe Bisicchia, Elisabetta Alma, Irene Tetto, Marina Puglisi, Giovanni Strano, Alessandro Burzotta, Marta Cirello, Valerio Santi, Roberta Andronico, Luigi Nicotra, Pietro Casano.
Coreografie: Barbara Cacciato
Assistente alla regia: Davide Montalbano
Realizzazione Costumi: Mela e Rosa Rinaldi
Produzione: Teatro Della Città

 

Viva Ticket logo

Botteghino:
0924.953013 – 328.866.37.74 – 388.859.04.66

Info e prenotazioni:
370.137.97.58 – 0924.950.586

Categorie

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
logo per footer

Copyright 2017 © All Rights Reserved - Privacy policy