ELETTRA

 

Diplomati I.N.D.A. 2013/2016

 

 

 

di Euripide
Regia: PAOLO MAGELLI
Con:
Virginia La Tella, Alessandro Burzotta, Corrado Drago , Andrea Cannata,Alice Fusaro, Valerio Aulicino, Desirée Giarratana, Francesco Torre,Marcello Gravina, Giulia Valentini, Carla Cintolo, Riccardo Masi, Cinzia Coniglione
Musiche: Arturo Annecchino
Cura dei movimenti: Dario La Ferla
Cura dei Cori: Simonetta Cartia, Flavia Giovannelli
Assistente alla Regia: Giuseppe Coniglio
Scene e Costumi: Laboratorio Scenotecnico Inda
Compagnia Caso 19 Teatro

Biglietto intero €20-ridotto €15

Note:
Nella campagna desolata di Argo, accompagnati dal suono stridulo e ossessivo delle cicale, assistiamo alla desolante storia di Elettra, figlia di Agamennone, re degli Argivi, il quale,tornato da Troia, ha trovato la morte per mano della moglie, Clitemnestra.
Elettra ha un fratello, Oreste, allontanato dalla patria quando era ancora un bambino, perché si salvasse dalla scellerata mano di Egisto, amante della regina e suo complice nell’assassinio del re. Oreste, lontano ed esule, nutre la speranza di una vendetta, ed è di questa stessa speranza di cui pure Elettra si fa forte, alimentando giorno dopo giorno il suo odio verso Egisto il quale, togliendole ogni dignità, l’ha ridotta a una serva dandola in moglie a un misero contadino. Questi, povero ma di nobili origini, è in realtà un uomo puro, dall’animo semplice e buono: assistendo impotente e in disparte allo svolgersi delle vicende, ama Elettra al punto da rinunciare al letto nuziale, lasciandola vergine.
La città di Argo non è che un regno di inganni, di omicidio e orrori: la scena si apre su una città che ormai tramonta e volge verso la fine., in cui il meccanismo della tragedia è già scattato.
Elettra, come dotata di un istinto animale, sente per prima che il cambiamento è ormai nell’aria: Oreste, in effetti è tornato in patria, mosso dall’amore per una sorella di cui si ricorda a malapena e da una necessità di vendetta che si rivelerà a lui estranea. Oreste infatti è semplicemente un figlio che spera nell’amore della madre, un fratello che, nella disperata ricerca di un contatto con la sorella, arriva anche a macchiarsi le mani col sangue di Egisto, sangue che lei sola ha veramente voluto. Eppure Oreste non è un assassino, è solo un fantoccio in balia degli eventi. Lo accompagna un necessario Pilade che, chiusosi in un volontario silenzio, è, nei fatti, il vero braccio armato dell’azione: è lui che, insieme con Elettra, tira i fili di Oreste spingendolo alla vendetta.
Euripide predica contro una società malata che è destinata a scomparire se non riuscirà a cambiarsi da sola, una società debole il cui controllo sarà preso a forza dai vari Pilade che facilmente – e forse giustamente – la colonizzeranno.

409296-org_800x600 1606903_10208582172182715_3991755055645820398_n_800x600 1560748_10208582171302693_8211266042999383092_n_800x600 1504960_10208582169702653_263750060339824995_n_800x600 DSC_7216_800x600 alice01.16-9815_800x600 1935304_10208582217823856_4008878533528389117_n_800x600 12524329_10208582216503823_6103661938948021734_n_800x600 12239883_10208582170182665_7919885665593805119_n_800x600 10519651_10208585041574448_7932213383991863263_n_800x600 10462944_10208585045374543_3746639113729044817_n_800x600 NP3C5175_800x600

ELETTRA ultima modifica: 2016-07-04T17:17:24+00:00 da admin